Saggi


Libri Segreti - Storie di magi, per raccontare della speranza dell'uomo.
Studi tradizionali, religioni, mitologia, simbolismo, studi gnostici, pitagorismo.

 

 

Celestino V

Perché un Papa rinuncia al potere - €11,80

 

SfogliaCelestinoNew3DJoomla

Ottorino Gurgo

Celestino V

Il Papa che ha ispirato Ratzinger

pp. 394

€ 11,80

ISBN 978 - 88 - 87303 - 64 - 3

 

 

Abstract

Come accade da secoli, a intervalli regolari, Celestino V torna a porsi al centro della storia, si impone alla cronaca intrecciandosi agli eventi della quotidianità, segnando il nostro tempo. Ora ritorna nelle scelte di Joseph Ratzinger che dopo otto anni di pontificato ripercorre i sentieri impervi di Pietro del Morrone rivendicando alla Chiesa la beatitudine di Celestino ma riabilitando nel contempo Bonifacio che ne rappresentò il contraltare. Il gesto di questi giorni tuttavia dalla dimensione epocale e pubblica che indubbiamente riveste, discende nella notte di ognuno di noi e la incupisce lasciandovi un segno che è forse rinuncia a comporre divisioni rimaste insanabili.

Il Papa delle profezie continua a far parlare di sé a distanza di settecento anni. Celestino ha scandalizzato Dante, commosso Silone, esaltato Dario Fo, ispirato il movimento mondiale della New Age. Celestino non sembra avere pace e noi con lui. Le sue spoglie, trafugate ancora nel recente 1988 e restituite dopo pochi giorni, il suo cranio attraversato da un foro, scoperto nel 1888, che ancora fa discutere. Ecco la storia dell'inventore del Giubileo, costretto a fuggire, a piedi, a ottanta anni, lungo i tratturi fino a Vieste, alla ricerca di un impossibile imbarco per l'Oriente. Braccato, imprigionato e ucciso forse... e poi fatto santo... Solo grazie a lui è giunta fino a noi la voce di Angelo Clareno; un misterioso frate esiliato in Tessalia, che là tradusse e importò testi come la Scala del Paradiso di Giovani Climaco. Autore delle Septem Tribolationes, Clareno ha giudato la setta dei francescani Spirituali e ha cercato la Ecclesia Spiritualis di Giocchino da Fiore. Forse la trovò, sul Fiastrone, nei tormentati luoghi della Sibilla Appenninica, vicino al lago di Pilato: un lago a forma d'occhi, che si colorano periodicamente di rosso. Qui negromanti, d'ogni epoca, consacrarono talismani. E tra questi Cecco d'Ascoli, autore dell'Acerba e morto sul Rogo. Una Ecclesia Spiritualis quella di Clareno, simile ai Paradisi del Libero Spirito di Margherita Porete? Simile ai paradisi della Sibilla, abitati di fate secondo la gente? Mille i torrenti sotterranei che attraversano la storia della spiritualità cristiana, ma essi si incontrano e si incrociano in un punto: Celestino V. Egli non sembra avere pace e noi con lui. Chissà cosa voleva dirci e se lo abbiamo veramente capito

Ottorino Gurgo

Ottorino Gurgo, giornalista parlamentare, è stato responsabile della redazione romana de "Il Mattino", direttore del "Roma", editorialista de "Il Giornale", "Il Giorno" e "L'informazione". Autore di numerosi saggi, ha scritto la biografia di Celestino V, di Pilato e, con Francesco De Core, di Ignazio Silone.

Il brano

"Commosso da quelle parole, Pietro da Fossombrone s'inginocchiò e, questa volta, Celestino non riuscì a tattenerlo. Pensava a Francesco d'Assisi, il maestro che non aveva conosciuto; a come doveva esser simile a questo vecchio eremita cui lo Spiroto Santo aveva affidato il soglio di Pietro. «No, - disse - noi non turberemo con le nostre eresie la tua congregazione. Resteremo nella nostra solitudine.» «E allora, - sorrise il Papa - voi sarete i poveri eremiti di Celestino V e tu non sarai più, da oggi, Pietro da Fossombrone, il peseguitato, ma Angelo Clareno poiché dalla tua partria, Chiarino, sei partito per diventare l'angelo, il messaggero della parola di Dio.»" "Per secoli i misteri del divino non hanno smesso di appassionare gli uomini alla ricerca di un percorso che da Dio li riconducesse a Dio per portarli a vivere finalmente in quell’Età dello Spirito che Gioacchino da Fiore, Francesco d’Assisi, Celestino V, Angelo Clareno e quanti avevano seguito il loro messaggio, avevano vaticinato. Così nonostante le persecuzioni e gli accanimenti e i tentativi ripetuti e violenti d’ogni potere di spegnere le loro voci, il sogno degli Spirituali, come per centri concentrici e attraverso canali sconosciuti e insondabili, ha continuato ad espandersi, a sfidare il tempo e le tempeste, alimentando in ogni angolo del mondo, dagli eremi sperduti dell’Abruzzo, delle Marche e dell’Umbria ai grandi monti della Grecia alle antiche foreste del Perù, la speranza di un risveglio, l’ansia di una trasformazione, l’attesa di un’illuminazione."

Giudizi

"Storia medievale e miti orientali, filosofia di Clareno e misticismo dei Rosacroce in un'opera assolutamente imperdibile per gli appassionati di esoterismo e di New Age." (Segnalibro, bimestrale di informazione libraria - anno IV n.1 Gennaio -Febbraio 1999 pag. 26)

"Si tratta in definitiva di uno spaccato mistico-culturale del periodo eroico teso al raggiungimento di una visione reale della Verità: ansia che, d'altronde, accompagna da sempre l'`essere umano, tra pseudo traguardi e apparenti sconfitte. La stampa di questi libri è impeccabile e giustifica il loro costo piuttosto elevato." Giorgio de Simone (Quaderni Gnosis; rivista dell'istituto per la ricerca sulla ipotesi della sopravvivenza e sulla filosofia esistenziale. n.1 1999 pag.77)

"In the book 'Celestine V' - Ottorino Gurgo writes that when CelestineV quote and Clareno's looks met - so similar was their search - Celestine called Clareno 'brother' , recognizing Him as a highly spiritual creature, a God's madman who would renounce everything for the Gospel." By Maria Grazia Lopardi Author of 'IL COLLEMAGICO DI CELESTINO' (The Heritage of Celestine) http://www.celestinian-center.com/

Citato da: Centro Studi e Ricerche CELESTINO V Centro Studi Collectanea franciscana volumen 69 annus 1999 pag.313 rivista dell'Istituto Storico Cappuccini e citato nella bibliografia del sito. Fondato nel 1930, l'Istituto Storico dei Cappuccini, è un'istituzione di ricerca scientifica impegnata nell'investigazione storica e nello studio del francescanesimo, in modo particolare della riforma dei Cappuccini (sec. XVI), nelle sue diverse espressioni, approfondendone la dimensione storica, dottrinale, spirituale e iconografica. http://users.libero.it/ist.cap/BF/05-primusordo.htm

Il volume

Copertina plastificata lucida stampata in quadricromia. Legatura Paperback. cm 13,6 x 20,3 x 3,5

 

 

 

Avviso obbligatorio sui "cookies". Come tutti i siti internet, ti dobbiamo avvertire per legge che stai lasciando traccia del tuo passaggio. Soggetti terzi possono utilizzare queste tracce per capire quale tipo di navigatore sei e quali sono le tue preferenze. Se continui la navigazione ne sei consapevole e lo accetti.