FOLCLORE

Libri che parlano di noi, di tradizione e di cultura popolare. Libri da sfogliare davanti al camino.

 

 

L'Alegra Brigheda

"il cuore dell'Appennino: l'umorismo della poesia dialettale con testo italiano a fronte  - € 9,80

 

foto-Alegra

Marcello Monica

L'Alègra Brighèda

(poesia)

pp. 58 con illustrazioni

Euro 11,00

ISBN 978 - 88 - 87303 - 33 - 9

Il Libro

Da leggere da soli o in compagnia per bellissime serate in famiglia tornando al cuore antico dell’Appennino.

«Queste poesie sono scritte in dialetto, cultura popolare, che io definisco  “nevianese” e non parmigiano, perché quest'ultimo si differenzia leggermente nella grafologia e nella fonetica dal nostro dialetto, il quale a sua volta varia da una frazione all’altra del comune, se non addirittura da un nucleo all’altro della stessa frazione.»

I personaggi della comunità noti e meno noti, di ieri e di oggi, ritratti con l'umorismo della poesia dialettale, con testo italiano a fianco.

Illustrato con foto fornite dalle famiglie nevianesi, le immagini ritraggono gli abitanti della zona nel '900.

Interni stampati a 1 colore con disegni e immagini fotografiche in scala di grigi.

poesia-dialettale

Copertina: Copertina a colori in carta marcata e con intrusioni metallliche. Brossura. Spessore cm 1,00

Formato 19,5 x 26

Per ogni libro venduto un Euro verrà devoluto all’AISLA di Parma  per la salute e il benessere delle persone con diagnosi di  Sclerosi Laterale Amiotrofica.

Marcello Monica

Marcello Monica nato in località Sorba (Neviano degli Arduini) nel 1948, vive dall'età di sette anni a Quinzano (nel medesimo comune), dove risiede tuttora.

Malato di SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), ex operaio nella lavorazione materie plastiche; ex vigile urbano, ex impiegato comunale, dalla sua sedia rotelle guarda il mondo attraverso la finestra di casa e coltiva con umorismo e passione il racconto dialettale della propria comunità.

Il Brano

«Con al pasèr dal témp e sèma un po’ cambjè,

al sistéma ‘d vita e l’ èma modifichè,
simpàtich j éren, ma ch’ sèma un po’ restè
e ‘l birichinèdi in ménta al gh’ én restèdi.
....
Con il passar del tempo siamo un poco cambiati,
il sistema di vita lo abbiamo modificato,
simpatici eravamo, ma ci siamo un po’ rimasti,
le birichinate alla mente ci sono rimaste.»

Recensioni

- Gazzetta di Parma del 10 dicembre 2008, Trafiletto di Elio Grossi.

 

 

 

Avviso obbligatorio sui "cookies". Come tutti i siti internet, ti dobbiamo avvertire per legge che stai lasciando traccia del tuo passaggio. Soggetti terzi possono utilizzare queste tracce per capire quale tipo di navigatore sei e quali sono le tue preferenze. Se continui la navigazione ne sei consapevole e lo accetti.